Il consigliere albese Martinetti sul successo 5 stelle alle comunali

I risultati delle elezioni di domenica 19 giugno hanno portato, a molte amministrazioni, l’amaro in bocca. Dei comuni andati al voto, la maggior parte era governata dal Partito Democratico. Al contrario, il Movimento 5 stelle impazza in tutta la Regione. Anche il capoluogo torinese in mano ai grillini, ad essere eletta la pentastellata Chiara Appendino.

Ad Alba, nessun elezione, le ultime sono state nel 2014. Commenta, però, le elezioni, il consigliere di opposizione del Movimento Cinque Stelle Ivano Martinetti. “Prima di tutto voglio congratularmi con tutti i neosindaci e i numerosi neoeletti consiglieri di questa ultima tornata di elezioni comunali. Un ringraziamento particolare a Beppe Grillo ma soprattutto a Gianroberto Casaleggio che sono stati gli iniziatori, gli artefici dei risultati presenti e di quelli futuri che ci attendono nei prossimi impegni”.

Secondo Martinetti, da evidenziare la vittoria di Chiara Appendino. “Una storica vittoria”, la descrive il grillino, “Appendino ha vinto contro un sistema ormai datato e che non ha potuto nulla contro la novità e la freschezza delle proposte del M5S. Condividiamo in toto le parole pronunciate oggi nella prima conferenza stampa”.

 

Microcredito targato “5 Stelle”: aperto un nuovo negozio a Santa Vittoria d’Alba

Un successo il progetto microcredito targato 5 Stelle: si tratta di un fondo alimentato da quella parte di risorse derivanti dalla rinuncia a parte dello stipendio dei deputati e dei consiglieri regionali grillini.

Fabiana Dadone ha restituito sino ad oggi oltre 135 euro mentre i Consiglieri Regionali piemontesi hanno contribuito ad oggi per una cifra di oltre 350, quasi mezzo milione di euro in totale a disposizione del micro tessuto imprenditoriale. Ed è proprio grazie a questo fondo che Lucenti Angela, con il compagno Salvatore Caffarelli, ha aperto un negozio a Santa Vittoria d’Alba.

Sono particolarmente felice che anche qui si riesca finalmente ad utilizzare questa opportunità di accesso al credito rivolta a quei soggetti che diversamente dovrebbero rinunciare ai loro progetti. Lavoro, che voglio ricordare oltre a essere un diritto, è la base fondamentale per una vita dignitosa, economica e sociale. È in dirittura di arrivo anche un progetto a Fossano”, spiega il consigliere pentastellato albese Ivano Martinetti.

All’inaugurazione erano presenti l’albese Ivano Martinetti, Giorgio Bertola, capogruppo al consiglio regionale e il deputato Paolo Romano di Asti della commissione trasporti e telecomunicazioni.

 

M5S promuove ad Alba la proiezione di un film sulle scorie radioattive

Sabato 28 maggio 2016, alle ore 20.30 presso il Centro Culturale San Giuseppe di Alba, sarà proiettato il film “LA SùTA” – La nostra eredità nucleare in un triangolo d’acqua” di Daniele Gaglianone, Cristina Monti e Paolo Rapalino (Italia, 2014, 68 minuti).
Pochi sanno che il 96% delle scorie radioattive italiane si trova in Piemonte, divise tra Bosco Marengo, (AL) Trino e Saluggia (VC). Lo scopo di questa proiezione è oltre ad informare, quello di sviluppare un dibattito pubblico sul tema delle scorie radioattive italiane, ed in particolare di quelle conservate nella nostra Regione.
I registi, che saranno presenti alla proiezione sono piemontesi. Il film dedica molta attenzione al nucleare regionale partendo da Saluggia (VC) che rappresenta l’80% delle scorie italiane in un fazzoletto di terra a rischio alluvione e secondo alcuni esperti anche sismico.
La proiezione è promossa dal Gruppo Consiliare M5S Alba , Legambiente del Braidese onlus, L’Associazione Beato Padre Giuseppe Girotti e il Centro Culturale San Giuseppe di Alba.
Per informazioni e prenotazioni 335/5925239.

Panchine rosse e blu, ad Alba, contro la violenza su donne e bambini: lo propone M5S

Saranno rosse e blu. Servono a sensibilizzare la cittadinanza sul problema della violenza sulle donne e sui bambini.

Sono le panchine che il consigliere Ivano Martinetti ha proposto di installare ad Alba. Di recente, infatti, in molte città italiane sono state collocate in punti di grande passaggio panchine rosse, in alcuni casi dipinte da giovani artisti e decorate con frasi di famosi scrittori, per sensibilizzare la società civile sui problemi sempre più rilevanti che la violenza genera su vittime indifese.

Ad Alba – commenta Martinetti – il numero delle vittime si è ridotto. Per questo devo ringraziare tutte le associazioni che operano sul territorio per quanto concerne il tema. Credo che le panchine colorate possano aiutare nel processo di sensibilizzazione della cittadinanza.

La decorazione sarà affidata ad alcuni artisti delle scuole superiori albesi. La proposta verrà discussa nel prossimo consiglio comunale ma la maggioranza albese condivide l’idea.

L’assessore alle pari opportunità Rosanna Martini commenta: “Le panchine rosse sono un modo per portare l’attenzione al tema della violenza sulle donne. Ben vengano tutte le iniziative che stimolano una riflessione . L’amministrazione comunale attraverso l’assessorato alle pari opportunità insieme alla consulta e alla rete territoriale a tutela delle donne vittime di violenza sono da tempo impegnate nella promozione di azioni positive volte a contrastare la violenza sulle donne. La collaborazione con i servizi e una buona attività di informazione e formazione alle scuole e ai cittadini sono la miglior prevenzione e lotta a qualsiasi forma di violenza sulle donne”.

 

Trattato Transatlantico di Libero Scambio: anche il MoVimento 5 Stelle di Alba dice no

Sempre più persone in Europa stanno manifestando contro il trattato TTIP – Trattato Transatlantico di Libero Scambio. Grandi meeting sono stati organizzati in Francia e Germania e anche a Roma sabato 7 maggio molte migliaia di persone hanno sfilato in corteo per testimoniare la ferma contrarietà a questo trattato.

Questa proposta è fortemente appoggiata dalle grandi multinazionali denominato, sulla promessa  di abolire i dazi doganali, peraltro già bassi, fra l’America e l’Europa: in realtà mira ad una ridefinizione delle norme al fine di equiparare i livelli di sicurezza e tutela giuridica dei cittadini dell’UE al modello USA globalizzato.

Il TTIP rappresenta un pericolo rilevante per il nostro Paese: ambiente, agricoltura, lavoro, servizi pubblici e made in Italy. Da più di tre anni le trattative si stanno svolgendo segretamente. Lunedì 2 maggio Greenpeace ha reso pubbliche 248 pagine tenute nascoste, che dimostrano la fondatezza delle preoccupazioni. Proprio così: il governo italiano ha lasciato il Parlamento e i cittadini all’oscuro dei contenuti allarmanti del TTIP, nonostante le sollecitazioni dei 5 Stelle che chiedevano dettagli e l’accesso al documento nella sua interezza.

All’assenza di trasparenza il M5S ha risposto da subito organizzando eventi informativi con la cittadinanza, coinvolgendo anche i parlamentari europei. Il meetup M5S albese già molti mesi fa aveva organizzato un convegno sul tema, che ha avuto una partecipazione molto vasta. Inoltre il Consigliere Comunale M5S Ivano Martinetti già  più di un anno fa aveva presentato una mozione per impegnare il Consiglio e la Giunta ad esprimere un forte dissenso al TTIP verso le istituzioni nazionali ed europee.

La mozione è stata respinta con i voti contrari della maggioranza che sostiene la Giunta e l’astensione di quasi tutta la minoranza.

Recentemente però alcune liste che compongono la maggioranza hanno contribuito all’ organizzazione di un convegno, poiché presumibilmente incominciano a prendere coscienza degli effetti nocivi che il TTIP potrebbe avere sia a livello nazionale che locale seppur in palese contrasto con il loro voto di un anno fa: non possiamo che prendere atto di questo cambiamento che riteniamo di buon auspicio per il futuro. Come M5S riteniamo che dato gli interessi in gioco questa sia una battaglia che non ha colore politico, di fronte alla quale dobbiamo restare uniti.

Auspichiamo pertanto che con tutte le forze presenti in Consiglio si possa giungere ad un OdG che interpreti il sentire comune fortemente contrario  dei cittadini a questo trattato commerciale.

Grazie,

Ivano Martinetti – Portavoce M5S Alba

Bono e Martinetti contro false liste elettorali M5S

BONO, MARTINETTI (M5S): “BARBARESCO, IL MOVIMENTO 5 STELLE PREPARA UN ESPOSTO CONTRO LA LISTA PATACCA”

La Lista dei Grilli è una patacca bella e buona fatta da professionisti delle liste “civetta” e degli omonimi che cercano di conquistare il consenso del MoVimento 5 stelle usando l’omonimia del suo fondatore Beppe Grillo. Il simbolo è già stato ricusato davanti al TAR Piemonte nel 2012. Abbiamo denunciato i comportamenti di questi personaggi a Torino e lo faremo anche a Barbaresco (CN) attraverso un esposto.

La banda è sempre la solita: Rabellino, Noccetti ed i loro sodali. Personaggi già finiti al centro di inchieste per rimborsi chilometrici e firme false. Rabellino ha rimediato una condanna a 2 anni e 10 mesi e risulta ancora sotto inchiesta per i rimborsi gonfiati al Comune di Torino, così come lo è Noccetti, candidato sindaco a Torino di un raggruppamento di liste quanto meno fantasiose (Lista Grillo, Amici a 4 zampe, Automobilista, Disoccupati ecc..). Nelle liste di sottoscrittori a Torino si sono trovate le firme pure di diverse persone decedute il che fa pensare a qualche altro illecito che è già stato preso in carico dalla Procura di Torino.

Mettiamo in guardia quanti si riconoscono nel Movimento 5 Stelle a non cadere in queste trappole. Dietro quel simbolo patacca non vi è alcuna idea alternativa, basti pensare che nel programma è prevista l’eliminazione delle strisce blu. Ma a Barbaresco non ci sono mai state! Così come la proposta del Pedibus rivolto alle scuole quando nel Comune non esistono istituti scolastici. A meno che non vogliano mandare i bambini a piedi fino a Treiso per 8 Km…

Davide Bono, Consigliere regionale M5S Piemonte
Ivano Martinetti, Consigliere comunale M5S Alba (CN)